Me ne concedo una all’anno: consiste nel pedalare fino allo sfinimento col caldo torrido e il sole a picco in un paese del sud.

IMG_3884

Quindi, tornato a casa, bere almeno cinque birre di seguito, mangiare un quarto di bue e rimanere in stato psichedelico per il resto della giornata. Stavolta teatro dell’intelligente progetto è stato l’entroterra lucano. E ho finalmente capito perchè vi ambientano molti film di atmosfera mediorientale ( dove, appunto, fa un caldo becco).

IMG_3880
Stavolta ho fatto 180 chilometri e durante il giro ho bevuto 9 borracce d’acqua (senza fare un goccio di pipi) Perchè lo faccio? È questo il problema: non lo so.Non lo so proprio.

Rispetto al solito però ho aggiunto un nuovo elemento alla giornata del legionario. Ho provato a usare un integratore alimentare MG.K.vis che ho trovato in farmacia.

IMG_4071

Ne ho bevuto uno a metà giro, e uno a fine giro ( prima delle cinque birre).Difficile capire quanto funzionino, ma la sera, a cena, ero arzillo e riposato. E il giorno dopo di chilometri ne ho fatti ancora un’ottantina. Non avendo un fisico di acciaio, penso che “ricarica plus” di MG.K.vis lo zampino ce l’abbia messo…

E allora mi è venuta voglia di informarmi un po’ meglio sugli integratori, e capire perché funzionano ( o meglio, nel mio caso, perché il MG.K.vis ricarica plus ha funzionato).

Conteneva due aminoacidi, arginina e arnitina, che facilitano la reintegrazione dello zucchero nel sangue dopo uno sforzo intenso. Poi c’era la creatina, un altro aminoacido presente nelle proteine animali fondamentale per tonificare le cellule muscolari. E sali minerali, tanti sali minerali che hanno reintegrato quelli che ho perso durante il mio tour de force.

Cosa ne pensi?