ph. Danielle Scott - CC license BY-SA 2.0

ph. Danielle Scott – CC license BY-SA 2.0

La bici, soprattutto se si tratta della prima che comprate dopo tanto tempo, va scelta per le proprie esigenze del caso: se fate solo pochi chilometri al giorno su sede protetta, come accade percorrendo un itinerario prevalentemente pianeggiante, magari su sede ciclabile, va benissimo una bici da passeggio, o una city bike.

Se dovete affrontare un tragitto intorno ai dieci chilometri, avrete bisogno di una bici con buoni componenti, magari di allestimento sportivo, e con il maggiore controllo possibile su tutte le regolazioni; se avete tratti di sconnesso, come su lastricato, pavé o addirittura in fuoristrada (ad es., attraversando un parco, o una strada in terra battuta), varrà la pena considerare una mountain bike, per avere più comfort.

La cargo bike (bici da carico) è la definitiva dimostrazione che l’automobile privata non è più necessaria come un tempo. Di tantissimi tipi – si trovano anche dei kit per trasformare una bici qualsiasi –  serve a trasportare cose e/o persone. La spesa della settimana, i bambini a scuola, il piccolo trasloco non costituiscono più problema, se si è scelta la bicicletta come veicolo per tutta la famiglia.

Per chi usa invece il trasporto pubblico in intermodalità con la bici (bici+treno, bici+auto, e così via), la scelta obbligata è per una bici pieghevole. In questo modo è possibile usare la bici anche per itinerari di centinaia di chilometri in giornata, arrivando prima degli altri colleghi! Fatevi in ogni caso consigliare da un negoziante, dopo aver fatto un giro sui siti web specializzati.

Tutti i modelli di bici sono ormai disponibili anche in versione a pedalata assistita, per chi vive in paesaggi collinari o deve percorrere lunghi tragitti, portare molte cose o semplicemente per chi la fitness non è la prima esigenza. La propulsione ibrida tra energia elettrica e muscolare, il cui mercato cresce in modo esponenziale e su cui i costruttori investono moltissimo in innovazione tecnologica, sarà la protagonista della rivoluzione della mobilità individuale.

Infine, guardatevi attorno: cosa usano gli altri? Sentite anche il parere di qualche amico ciclista. La bicicletta è in assoluto un veicolo economico. Rinunciando ad esempio al ciclomotore, o meglio all’automobile, è possibile permettersene più di una, per ogni evenienza.

Cosa ne pensi?