La bicicletta non è un giocattolo ma è un mezzo di locomozione che va usato, manotenuto e anche scelto come tale. E’ però anche vero che è il mezzo di locomozione più divertente, più romantico, più avventuroso e più “umano” che ci sia. In una parola, la bicicletta non è un giocattolo, e tuttavia è un oggetto fichissimo.

Anche questo spiega il successo crescente di questi otto tubi saldati insieme: non solo la risposta più semplice a tanti complicati problemi della modernità (inquinamento, il traffico in città, obesità e altre malattie legate a stili di vita sbagliati) ma è anche uno dei modi più piacevoli e divertenti per farlo.

Questa cosa  Roberto Perzy l’ha capita benissimo. Perché Roberto, titolare di Bike4Light, azienda che commercializza sistemi di illuminazione per biciclette,  ha usato lo stesso paradigma (risposta molto  figa a problema molto serio) per ripensare l’illuminazione del ciclista di notte.

luci_bici_anvii-ad-2

Chi va in bici di notte si vede poco, e rischia di essere investito. L’asserzione è tanto banale che chi la postula fa la figura del cretino. Ma tuttavia è  incredibile che pochissimi ciclisti, almeno in Italia, lo tengano presente e agiscano di conseguenza comprandosi delle luci, e accendendole di notte ( fanno anche loro la figura dei cretini?).

Pochi ( incredibilmente pochi) quelli che di notte usano le luci per fasi vedere, e quasi nessuno che usi luci o catarinfrangenti laterali, anche se spesso è proprio mentre attraversa un incrocio di notte che il ciclista rischia la vita, e in questo caso avere una luce davanti o dietro serve a poco: l’automobilista deve vederti, per cosi dire, di lato.

luci_bici_prisma1

Bene. Roberto, che ha conservato un sano senso del gioco ed è evidente che ha una certa passionaccia per l’elettronica (o cosi mi è sembrato guardando i suoi occhi brillare mentre mi descriveva i suoi prodotti) ha fatto una immensa ricerca, e ha trovato sistemi di illuminazione per bici che, oltre ad essere tremendamente efficaci, sono incredibilmente belli. Ha trovato luci che trasformano la ruota di una bici in un caleidoscopio di colori,  luci che disegnano con  laser un corridoio di sicurezza dentro cui il ciclista si può muovere in sicurezza.

luce_bici_8

Ha ingegnerizzato e commercializzato addirittura sistemi di led che si montano sui raggi della ruota, programmabili con una chiavetta usb e che trasformano in una esplosione di suoni il disegno o la frase che hai scelto di usare.

Risolvere un severo problema della mobilità ciclistica, e contemporaneamente rendere la  bici ancora più bella, più cool. Nell’articolo ho messo qualche foto: ma per capire di cosa sto parlando andate sul sito www.bike4light.it .

Un sito che vi illumina d’immenso 😉

luci_bici_anvii-ad-3

 

Cosa ne pensi?