Ercole GiammarcoErcole Giammarco, Milano

Fondatore CycloPride.
Presidente, CycloPride Italia APS, ASD CycloPride.

Dopo aver lavorato per più di vent’anni come manager in alcune delle più importanti case editrici italiane, nel 2013 lancia a Milano il CycloPride Day per celebrare e promuovere l’uso quotidiano della bicicletta, convinto che sia una risposta molto semplice a problemi molto complessi. E’ l’inizio di un percorso che lo ha portato ad occuparsi a tempo pieno di tutti i ciclismi possibili, fondando e presiedendo ASD CycloPride e CycloPride Italia APS. Ha pubblicato Andare in bici. Le ragioni del pedalare (Garzanti, 2014). Per il resto ha tre figli, cinque biciclette e, quando può, pedala.
E-mail: 
presidenza@cyclopride.it

 

Federico Del PreteFederico Del Prete, Milano

Vicepresidente, direttore generale, CycloPride Italia APS

Vorrebbe vedere molte meno automobili sia in giro che ferme, compresa la sua. Per questo, usa la bicicletta principalmente dal lunedì al venerdì e scrive più che può di questi temi. Ha pubblicato Compratevi una Bicicletta! (Ediciclo, 2013), Più bici, più piaci (con Paolo Pinzuti, Terre di mezzo 2014), Dieci Bici (Imprimatur, 2015). Prima di occuparsi a tempo pieno di mobilità attiva e rinnovamento urbano ha lavorato nei media e in comunicazione. Cucina quasi tutti i giorni per quattro persone.
E-mail: federico.delprete@cyclopride.it
Twitter: @fededelprete

 

davide1Davide Mazzocco, Bologna

Consigliere, CycloPride Italia APS

Grafico, si occupa da sempre dell’immagine di CycloPride (suo è l’attuale logo), dell’organizzazione di CycloPride Day Bologna e della Sunrise Bike Ride a livello nazionale. È tra i redattori del blog Ciclista Urbano. Ha due figli e un numero imprecisato di biciclette.

 

Antonio PanzarellaAntonino Daniele Panzarella, Palermo

Consigliere, CycloPride Italia APS

Daniele, all’anagrafe meglio noto come Antonino, è un quasi quarantenne architetto palermitano.  Da otto anni non è più proprietario di un’automobile. Il suo sogno è quello di svegliare in fretta i suoi concittadini dall’incubo del traffico di cui ogni giorno sono spettatori paganti. È fermamente convinto (dice, perché ha studiato) che la bicicletta sia davvero in grado di salvare la città (non solo la sua). Possiede anche un monopattino, che si è portato dietro da Parigi. Ha avuto la fortuna di incontrare Ercole Giammarco in una bella serata di ottobre del 2013; da allora è stato contagiato dalla “malattia” CycloPride.

 

Andrea Valle, Milano

Webmarketing, CycloPride

Enrico CareerEnrico Carrer, Mestre

Grafica, Comunicazione, CycloPride Italia APS

Laureando in Creatività e Design della Comunicazione allo IUSVE di Mestre. Gli studi lo portano ad appassionarsi alla pratica del pedalare, intraprendendo così numerose sfide creative (pedalare aiuta molto a pensare) e sportive. Oltre alla bicicletta il suo grande amore è la musica rock.