Con l’opening di domani 5 marzo 2017, Biciclette Ritrovate è alla sua undicesima edizione. Non è una manifestazione contro il furto di bici, da sempre (il capolavoro cinematografico di De Sica insegna) ostacolo a una migliore diffusione delle due ruote. È invece una mostra, ormai famosa a tutti i milanesi, di biciclette antiche o semplicemente da poco passate, capaci di raccontare il grande universo dei ciclismi. Ricchissimo, come al solito, il corollario di iniziative a contorno dell’esposizione.

Il secondo cortile di Rossignoli in Corso Garibaldi, con il glicine fiorito nel periodo della mostra

È un’idea di Rossignoli, marchio ciclistico tra i più longevi in Italia (1900) che può contare su esperienza e passione fuori dal comune. Oltre a una buona strategia: quella di aprire la mostra nello stesso periodo della kermesse de i Saloni, ricordando anche il legame tra bici e design. Sempre interessante ritrovare il filo storico che ha portato alla bici attuale, in esemplari dei due secoli precedenti.

Vintage? Ritrovate, quindi da continuare a ritrovare. La bicicletta, dice questa mostra, va ritrovata anzitutto oggi, nelle nostre vite, come mezzo di trasporto, prima che in una collezione. Le meravigliose biciclette esposte sotto il monumentale glicine di Corso Garibaldi – nei cortili della sede storica di Rossignoli – ci ricordano il tempo dell’Italia in bicicletta, prima della motorizzazione di massa. La semplicità e l’efficienza della bicicletta la rendeva capace di valorizzare non solo le prestazioni degli atleti, ma anche le esigenze di trasporto e di commercio di tutti.

La Legnano di Gino Bartali al Giro d’Italia del 1946

Quanto a emozioni sportive, Biciclette Ritrovate quest’anno espone dei veri e propri tesori, come le biciclette originali di Alfredo Binda, Fausto Coppi, Gino Bartali, Eddy Merckx. Da guardare come quadri, insieme alle due ruote protagoniste di un mondo che sta tornando, in un bellissimo ritorno al futuro.

Biciclette ritrovate, c/o Rossignoli, ingresso libero; Corso Garibaldi 71, Milano, h 12-24, giovedì e venerdì 5-6 aprile, 2017.

Iscriviti a CycloPride Italia APS, scopri i vantaggi!

 

Cosa ne pensi?